Warning: mysql_connect(): Access denied for user 'Sql795563'@'62.149.143.186' (using password: YES) in /web/htdocs/www.riservafregellae.it/home/baseLayout/settings.php on line 47 Warning: mysql_select_db() expects parameter 2 to be resource, boolean given in /web/htdocs/www.riservafregellae.it/home/baseLayout/settings.php on line 48 FREGELLAE
Area download

· Fregellae Informa: la newsletter della Riserva

· Brochure informativa Riserva

· Calendario

· Album fotografico

Warning: mysql_query(): Can't connect to local MySQL server through socket '/var/lib/mysql/mysql.sock' (2) in /web/htdocs/www.riservafregellae.it/home/ultimeNews.php on line 4 Warning: mysql_query(): A link to the server could not be established in /web/htdocs/www.riservafregellae.it/home/ultimeNews.php on line 4 Warning: mysql_fetch_array() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /web/htdocs/www.riservafregellae.it/home/ultimeNews.php on line 5

Primo piano

Casella di testo: RISERVA NATURALE DELLE ANTICHE CITTA’ DI FREGELLAE E FABRATERIA NOVA E DEL LAGO DI SAN GIOVANNI INCARICO

posta@pec.riservafregellae.it

posta@pec.riservafregellae.it

Fregellae

Fregellae fu fondata dai Romani sulla riva sinistra del fiume Liri nel 328 a.C. Il fenomeno sociale più riguardevole per la città nel corso della sua breve storia è rappresentato dal gran numero di immigrati provenienti dalle regioni circostanti, richiamati dalla florida situazione economica della città. Tale flusso migratorio, generalmente continuo, in alcuni casi presentò le caratteristiche di un vero e proprio esodo: secondo Livio nel solo anno 177 a.C. ben quattromila famiglie di Sanniti e di Peligni si erano trasferite a Fregellae. Ne derivò una massiccia “deromanizzazione” della città che può reputarsi, in parte, causa della sua distruzione. Infatti, durante il periodo della crisi graccana Fregellae fu sempre in prima linea nella rivendicazione della cittadinanza romana, che avrebbe permesso alle migliaia di immigrati una più facile integrazione nel nuovo tessuto economico e sociale, beneficiando della distribuzione gratuita delle terre demaniali, riservata ai soli cittadini romani. Il rifiuto di un’ulteriore proposta di legge presentata nel 125 a.C. al Senato romano da Marco Fulvio Flacco, console di parte popolare, tesa a concedere la cittadinanza romana ai Latini e agli Italici, scatenò a Fregellae una violenta rivolta contro Roma, presto soffocata da un esercito comandato dal pretore Lucio Opimio. 

La città fu distrutta e i cittadini di Fregellae furono deportati a Roma, dove vennero processati. Dopo la distruzione di Fregellae, ai superstiti di parte filo-romana fu concesso di ricostruire la città, ma non più sullo stesso sito, né fu possibile imporle lo stesso nome. Fu dunque ricostruita nel 124 a.C. poco più a sud, in un’ansa del fiume Liri.

Il nome del nuovo insediamento fu modificato in Fabrateria Nova, per distinguerla dalla Vetus, identificabile probabilmente con la moderna Ceccano. *

* Notizie e foto tratte da:

mente antica.it — MUSEO ARCHEOLOGICO DI FREGELLAE